fbpx

Armonia e dolcezza: le alleate per una potente e profonda trasformazione, con Alessandra Sorrenti

03 Maggio 2024
Armonia e dolcezza: le alleate per una potente e profonda trasformazione, con Alessandra Sorrenti

Accogliere il cambiamento, saper lasciar andare ciò che non ti serve più, trovare modi differenti di essere, dare il benvenuto alla nuova te.

È questo che la coach LUNA certificata Alessandra Sorrenti offre alle sue clienti come Coach dell’Armonia, per ottenere un tutto “col cuore”.

In questa intervista ti racconta dei passi intrapresi negli anni per far diventare le sue risorse qualcosa di concreto, anche grazie al coaching.


Benvenuta Alessandra!

1. Ci racconti chi sei e cosa fai?

Per prima cosa grazie di avermi offerto la possibilità di raccontare qualcosa di me e di ciò mi appassiona! 

Sono Alessandra, multipotenziale, curiosa, estroversa, sensibile e creativa.

Dopo essermi laureata in lingue straniere (mi sono cimentata persino con russo e giapponese), ho vissuto varie fasi nella mia vita personale e lavorativa, e per moltissimo tempo sono stata assistente personale, segretaria e ricercatrice di soluzioni negli ambiti più disparati, passando per insegnamento, medicina, architettura.

Il contatto con questi mondi così diversi dalle sfide eterogenee e stimolanti mi ha permesso di crescere molto e nello stesso tempo di comprendere che c’era a legarle un insospettabile fil rouge: in ogni ruolo ricoperto era fondamentale ascoltare, comprendere ciò che contava davvero per la persona che si rivolgeva a me, trovare il bandolo della matassa e aiutare a individuare gli elementi essenziali della questione. Tutti questi passaggi mi venivano naturali e di rimando mi ritornavano apprezzamenti per come sapevo dedicare attenzione alle persone, ai loro sentimenti, ai gesti, alle parole che mi portavano. Mi hanno spesso definita “materna, generosa, calma, accogliente”, e alla fine di una chiacchierata insieme mi riconoscevano che parlare con me aveva portato a una nuova consapevolezza e serenità.

Il primo grande passo per far diventare queste mie risorse qualcosa di più concreto è avvenuto alcuni anni fa.  Mi occupavo già da qualche tempo delle donne come operatrice del benessere femminile, aiutandole a prendersi cura della loro fertilità e dei grandi cambiamenti che attraversano. Dopo anni di lavoro nel reparto pediatrico di un importante ospedale milanese, mi sono dedicata in modo specifico al mondo della gravidanza, per stare accanto alle mamme e alle nuove famiglie in divenire. Mi sono formata alla Scuola delle Doule, facendo mia una professione antica e rinata di recente che sostiene con dolcezza, rispetto e non giudizio chi vive questo passaggio fondamentale di trasformazione. Poche altre esperienze mettono così tanto alla prova a livello fisico, mentale, emotivo, pratico e vanno a toccare direttamente e profondamente l’Anima e le proprie risorse, alternando dubbi, speranze, gioie e timori. 

Sono diventata così La Doula Viola, volendo trasmettere già dal mio soprannome tramite un colore che amo e che profuma di lavanda la voglia di concorrere a creare uno spazio quieto, protetto, rasserenante persino nel caos e nella confusione più totale. 

2. Cosa ti ha portata a imparare il coaching?

Mi sono chiesta come potevo affinare ancora di più le mie competenze già sensibili alle vibrazioni sottili, ai non detti, per mettere in risalto la densità preziosa che ognuna porta con sé, nella luce e nell’ombra. 

Alla classica domanda: “Ale, tu che faresti al mio posto?” ho sempre preferito rimandare a chi la poneva la possibilità di indagarsi direttamente, aprendosi all’esplorazione delle proprie sensazioni e dei reali desideri. Non mi ha mai attirato l’offrire una risposta pronta, quanto piuttosto incoraggiare a trovare la propria. 

Sentivo che la mia sincera curiosità per le persone e le loro storie stava allargando i suoi confini. A cercarmi non erano soltanto le mamme, ma donne di ogni età che portavano le questioni più variegate. 

Coltivare e creare un legame di fiducia e confidenza, offrire respiro e valore alle emozioni che si muovono dentro proteggendo con tenerezza le più delicate, riattivare risorse innate e potenzialità ancora nascoste, favorire una metamorfosi profonda: questa è la traduzione complessa che do alla fantastica espressione inglese “to hold space”. Ecco, cercavo il modo di fare tutto questo, nel più puro spirito di co-creazione, e ho trovato LUNA, una magnifica scuola di coaching che ha risposto a questa mia vocazione.

3. Che tipo di trasformazione porti nel mondo?

Abito al confine tra due nazioni, in un luogo dove ogni giorno ho la fortuna di poter osservare il mare e le montagne, assaporare il contrasto dell’altezza e della profondità, ammirare la calma del cielo e l’agitazione delle onde… sono grata di potermi nutrire di tanta meraviglia.

La mia maniera dolce e semplice di ricaricare le batterie e di colmarmi di energie pulite, buone e potenti è imparare dalla natura. È proprio lei la maestra che fa da specchio saggio e mi ricorda costantemente che esistono gli opposti e la ciclicità. Possiamo tutte essere periodicamente sottoposte a sfide che appaiono insormontabili, incontrare difficoltà nello scegliere cosa fare, creare o lasciar andare, nell’individuare la nostra strada o il posto nel mondo che ci più assomigli e sia adatto a noi.

Da buona Bilancia tendo ad amare il bello e a cercare l’equilibrio tout court, eppure provo a far emergere il lato positivo anche da ciò che a prima vista sembra meno lucente e che invece è parte del tesoro prezioso che dà forma a ognuna di noi.

Sono una donna di frontiera, spesso pioniera negli interessi che mi animano, ben ferma sulla soglia tra i mondi. Tendo la mano, pronta ad accompagnare per il tempo necessario chi voglia immergersi nella ricerca della propria unicità, riaffermare il proprio potere e risplendere della propria singolare bellezza.

4. Qual è il tuo genio e cosa rende unico il tuo approccio?

Tutti gli strumenti che uso li ho provati e riprovati su me stessa. Mi sono formata in diverse tecniche energetiche, massaggi, medicina cinese, shiatsu, spiritualità, mi dedico alla celebrazione di riti di passaggio e a organizzare cerchi. Ho una vera passione per tarocchi e oracoli e sono diventata anche facilitatrice delle carte di Magia interiore. Lascio che l’intuizione mi guidi nell’offrire alla coachee il meglio di queste combinazioni di accesso alla propria verità interiore e ogni mio percorso è unico e studiato ad hoc per la persona.

5. Al termine di LUNA, come sei cambiata e cosa si è trasformato nella tua vita?

La scuola LUNA, nel suo lungo anno, passato davvero velocemente, mi ha rimessa in discussione come persona, donna, professionista. Io stessa ho riscoperto talenti, coccolato parti di me che trascuravo, messo in luce altre possibilità. Non poteva essere altrimenti dato che volevo affrontare con impegno un rinnovato modo per essere di aiuto ad altre persone.

La Doula Viola ha sperimentato ancora maggiore ricchezza e complessità, si è innamorata di ogni scambio, incantata dall’assistere a sorprendenti rinascite ed evoluzioni.

Ho sempre amato i mosaici e i caleidoscopi, proprio perché si basano sulla varietà, sulla coesistenza di moltissimi pezzi apparentemente slegati, e regalano il risultato sorprendente della frammentazione che si ricompone. Accogliere il cambiamento, saper lasciar andare ciò che non serve e non ci appartiene più, trovare modi differenti e più soddisfacenti di essere e stare, dare il benvenuto alla nuova sé: questo mi ripropongo e offro alle mie clienti come Coach dell’Armonia, quell’arte impalpabile che consiste nell’intrecciare elementi diversi per ottenere un tutto concorde (ovvero letteralmente “col cuore”).

Non è straordinariamente affascinante rendere possibile tutto ciò?

6. Cosa consigli a chi desidera diventare coach?

Se questo è il tuo desiderio, concediti qualche minuto, trova un posto tranquillo, siediti, fai un profondo respiro e chiudi gli occhi. Ascolta la voce interiore che ti parla e ti ha portato a questa scelta: lei sa cosa è davvero giusto per te. Se il pensiero di diventare coach ti fa vibrare dentro, commuovere, battere il cuore un po’ più forte  e sorridere… è la decisione perfetta. Sii grata per questa possibilità e felice di vivere queste emozioni. Almeno così è stato per me. 

E quando avrai intrapreso questo nuovo cammino di crescita goditelo appieno, gustalo in ogni momento e… tieniti forte! Sarà un viaggio sulle montagne russe, che cambierà i punti di vista, spazzerà via i timori, farà volare più leggera l’Anima e ti farà riscoprire più coraggiosa, tenace e divertita!

Armonia e dolcezza: le alleate per una potente e profonda trasformazione, con Alessandra Sorrenti

Trovi Alessandra Sorrenti qui:


Anche tu desideri facilitare la trasformazione e vorresti conoscere il coaching come strumento di crescita personale e professionale?

Inizia accedendo al workshop gratuito Vita da Coach e scopri come iniziare a vivere e prosperare con il Coaching dell’Anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *